Centro Autorizzato VDO

Officina autorizzata Cronotachigrafi digitali e analogici


L'evoluzione professionale della nostra società di Oristano ci ha permesso di diventare anche un centro VDO autorizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico.


Questa qualifica ci permette di offrire a tutti i nostri clienti anche assistenza nella installazione, riparazione e tarazione dei Tachigrafi, sia essi digitali che analogici: nel 2009 abbiamo ottenuto anche la certificazione ISO 9001-2008, da sempre sinonimo di qualità e affidabilità.



I tachimetri, infatti, sono dal 1993 obbligatori anche in Italia per i mezzi che superano una velocità progettuale di 25 km/h: per i mezzi pesanti atti al trasporto merci è stato aggiunto anche l'obbligo dei tachigrafi o cronotachigrafi, atti a registrate tutte le informazioni legate al viaggio, alla marcia e alla velocità oltreché al tempo di percorrenza alla guida tra una sosta e l'altra.



Se anche voi avete necessità legate a questi prodotti non esitate a contattarci o veniteci a trovare in sede: saremo ben lieti di rispondere a ogni vostra domanda o curiosità.




Cos'è un Cronotachigrafo?

Un Cronotachigrafo è uno strumento atto alla registrazione della velocità, dei tempi di lavoro e dei percorsi effettuati durante un trasporto merci o un lungo viaggio di lavoro su strada.

L'utilizzo di questo prodotto è obbligatorio su mezzi quali camion, pullman e autocarri: dal 2006 è diventato obbligatorio passare da quelli analogici a quelli digitali (come stabilito dalla Comunità Europea) in quanto è possibile avere più informazioni.

Tipologie

I Cronotachigrafi possono essere sia analogici che digitali, con differenti informazioni: infatti quelli digitali, di ultima generazione, permettono di ottenere più informazioni riguardo al viaggio e al guidatore, tramite il semplice inserimento della propria tessera di viaggio.

Dal 2006 è diventato obbligatorio avvalersi di quest'ultimi, così come stabilito dalla Comunità Europea: ogni nuovo o vecchio veicolo dovrà ora dotarsi di un cronotachigrafo digitale.

Tempi di guida e riposo

I tempi di guida di ogni operatore sono previsti dal Reg. (CE) 561/06 e sono fissati ad un massimo di 9 ore di guida giornaliere così ripartite:

  • guida continua: massimo 4 ore e 30 senza interruzione, seguite da una pausa di almeno 45 minuti, per una sola volta;
  • guida giornaliera: massimo 9 ore, con la possibilità di guidare per 10 ore consecutive due giorni alla settimana;
  • guida per periodi di due settimane: massimo 90 ore, per non più di sei giorni consecutivi al termine dei quali è obbligatorio un riposo compensativo.
A tutto ciò deve seguire un riposo giornaliero di 11 ore continuative per almeno un totale di 45 ore di riposo settimanali.

Normativa per conducenti

I conducenti devono seguire determinati procedimenti al fine di rispettare tutte le vigenti normative in termini di leggi, non solo Nazionali ma anche Europee e talvolta Internazionali.

Per questo motivo è necessario che essi si avvalgano di un apposito manuale e studino quelle che sono le normative dei Paesi ove si troveranno a passare od operare, prestanzo attenzione a ogni singolo punto delle normative.

Per quanto concerne i tachigrafi digitali nello specifico il conducente deve avere premura di inserire la propria tessera di riconoscimento e controllare che il sistema funzioni a dovere.

Carte tachigrafiche

Le carte tachigrafiche sono suddivise in 4 gruppi in quanto ognuna di esse ha una propria funzione e un proprio utilizzo specifico; in particolare ecco la loro suddivisione:
  • carta del conducente: di colore bianco, personalizzata con foto, firma e dati anagrafici del conducente, registra tutte le attività dell'autista per un periodo di almeno 28 giorni; è rilasciata dalla nazione di residenza ed ha una validità di 5 anni;
  • carta dell'azienda: di colore giallo, personalizzata con i dati dell'azienda, permette di leggere i dati registrati nella memoria dei cronotachigrafi installati sui propri mezzi; è rilasciata dalla nazione in cui l'azienda ha la sede legale ed ha una validità di 5 anni;
  • carta dell'officina: di colore rosso, personalizzata con i dati dell'officina e del responsabile tecnico, viene utilizzata per la verifica e la manutenzione dell'apparecchio; è rilasciata dalla nazione che ha autorizzato l'officina, con un codice PIN ed ha una validità di 1 anno;
  • carta dell'autorità di controllo: di colore blu, personalizzata con il nome dell'organo di controllo, permette di controllare i dati registrati sui cronotachigrafi e sulle carte conducente, ha una validità di 5 anni.

Chi deve installarlo?

I cronotachigrafi possono essere installati solo da personale autorizzato dal Ministero dei Trasporti italiani in quanto munito di tutte le competenze e le certificazioni necessari per lo svolgimento di un compito così importante e delicato.

In caso di installazioni non autorizzate si rischia di incorrere in procedimenti giudiziari per frode allo Stato o non idoneità allo svolgimento del lavoro.

Esigete sempre e solo installatori ufficiali e certificati dal Ministero!

Officina autorizzata

Num. Autorizzazione: I3 095 0943

Data autorizzazione: 10-06-2009

Link al decreto legge

Link al decreto legge

Link alle sanzioni

Link alle sanzioni